slider img
slider img
slider img

Un omaggio a Händel per la conclusione del Festival Callido 2020

 


Il concerto conclusivo della decima edizione del Festival Callido, previsto per venerdì 25 settembre alle ore 21 nella chiesa di San Trovaso a Venezia, vedrà protagonista il Duo Riverberi, formato da Stefano Pellini (organo) e Pietro Tagliaferri (sax soprano). Il duo, che vanta una collaborazione decennale e oltre 200 concerti tra Stati Uniti, Messico e molti stati europei, proporrà un omaggio alla musica di Georg Friedrich Händel con il particolare abbinamento tra organo e sax soprano. Il duo ha realizzato cinque produzioni discografiche che hanno riscosso un ottimo successo della critica su importanti riviste specializzate.

Il Festival Callido viene organizzato dall’Associazione Alessandro Marcello in collaborazione con la Fondazione Archivio Vittorio Cini e Asolo Musica.

Tutti i concerti avranno ingresso libero fino ad esaurimento della capienza prevista, tale da garantire il distanziamento richiesto per proporre l’iniziativa in sicurezza.  

Il Festival Callido prosegue con un concerto per soprano e organo

 



Prosegue la programmazione del Festival Callido con un concerto per soprano e organo, venerdì 18 settembre alle ore 21, nella chiesa di San Trovaso a Venezia. Ospiti della serata saranno Sara Bino, soprano e Luca Poppi all’organo. Verrà proposto un interessante programma che spazia dalla musica rinascimentale a quella del periodo classico. Sara Bino si è formata tra Venezia e Basilea e vanta un’importante attività concertistica nel ruolo di solista e collaborazioni con acclamati musicisti quali S. Montanari, R. Muti, O. Dantone e A. Marcon. Luca Poppi, diplomato in organo e clavicembalo, si è specializzato nell’esecuzione del repertorio rinascimentale e barocco, svolge attività concertistica in Italia e all’estero alla quale affianca il ruolo di organista presso il Duomo di Gambarare di Mira e, dal 2016, quello di sostituto organista presso la Basilica di San Marco a Venezia.

Il Festival Callido viene organizzato dall’Associazione Alessandro Marcello in collaborazione con la Fondazione Archivio Vittorio Cini e Asolo Musica.

Tutti i concerti avranno ingresso libero fino ad esaurimento della capienza prevista, tale da garantire il distanziamento richiesto per proporre l’iniziativa in sicurezza.  

L’organista Roberto Bonetto al Festival Callido


Il secondo appuntamento del Festival Callido, previsto per venerdì 11 settembre alle ore 21 nella chiesa di San Trovaso a Venezia, vedrà protagonista l’organista Roberto Bonetto, docente al Conservatorio di Verona. Il programma del concerto metterà in risalto le particolarità foniche dell’organo della chiesa di San Trovaso, costruito nel 1765 da Gaetano Callido con musiche di Haendel, Galuppi, Donizetti, Verdi.

Il Festival Callido viene organizzato dall’Associazione Alessandro Marcello in collaborazione con la Fondazione Archivio Vittorio Cini e Asolo Musica.

Tutti i concerti avranno ingresso libero fino ad esaurimento della capienza prevista, tale da garantire il distanziamento richiesto peproporre l’iniziativa in sicurezza.  

Nella Chiesa di San Trovaso a Venezia, organisti italiani per il decennale del Festival Callido

 L’Associazione Alessandro Marcello, in collaborazione con la Fondazione Archivio Vittorio Cini e Asolo Musica organizza nella Chiesa di San Trovaso a Venezia il “X Festival Organistico Internazionale Gaetano Callido”. Verranno proposti 4 concerti ad ingresso libero tutti i venerdì, con inizio il 4 settembre alle ore 21. Un’edizione certamente ridimensionata rispetto agli anni scorsi, nel numero dei concerti e nelle sedi coinvolte ma che vuole valorizzare, in sicurezza, il famoso organo Gaetano Callido del 1765 conservato nella chiesa veneziana di San Trovaso. Il Festival, giunto alla decima edizione, ha portato negli anni a Venezia alcuni tra i più acclamati organisti del panorama concertistico internazionale: nell’anno della pandemia globale saranno organisti italiani ad esaltare le caratteristiche timbriche uniche di questo strumento, talvolta in abbinamento ad altri solisti.

Il concerto inaugurale, previsto per venerdì 4 settembre alle ore 21 vedrà protagonista l’organista umbro Fabio Ciofini, specializzatosi in musica antica ad Amsterdam e docente presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali di Terni, con un programma comprendente brani dell’epoca rinascimentale e barocca. Venerdì 11 settembre, alle ore 21, sarà l’organista veronese Roberto Bonetto, docente al Conservatorio di Verona, ad esibirsi alle tastiere dell’organo Callido. I concerti successivi vedranno impegnati Sara Bino, soprano, assieme all’organista Luca Poppi in data 18 settembre mentre il concerto conclusivo, previsto per venerdì 25 settembre vedrà protagonista il duo “Riverberi”, con Pietro Tagliaferri al sax soprano e Stefano Pellini all’organo.

Tutti i concerti avranno ingresso libero fino ad esaurimento della capienza prevista, tale da garantire il distanziamento richiesto per proporre l’iniziativa in sicurezza.  




































































































 

Avvento in Musica: l’olandese Peter Westerbrink in concerto a San Trovaso


Con il concerto di domenica 22 dicembre, alle ore 16 nella chiesa veneziana di San Trovaso, si chiude la rassegna musicale “Avvento in Musica 2019”. Protagonista sarà l’organista olandese Peter Westerbrink, titolare del famoso organo Schnitger (1702) della Aa-kerk di Groningen. In programma musiche di Bach, Kneller, Balbastre e Dubois.

Avvento in Musica è promosso dall’Associazione Alessandro Marcello in collaborazione con la Fondazione Archivio Vittorio Cini e Asolo Musica. L’ingresso è libero.

La violista russa Eibuschitz e l’organista Celeghin per “Avvento in Musica”


Il terzo appuntamento di “Avvento in Musica 2019”, previsto per domenica 15 dicembre alle ore 16 nella chiesa veneziana di San Trovaso, vedrà protagonisti la violista russa Daria Eibuschitz e l’organista Silvio Celeghin. Il duo, appena tornato da una lunga tournée in Russia, proporrà musiche di Vivaldi, Galuppi, Benda, Telemann e Daquin.
Avvento in Musica è promosso dall’Associazione Alessandro Marcello in collaborazione con la Fondazione Archivio Vittorio Cini e Asolo Musica. Tutti i concerti avranno inizio alle ore 16 con ingresso libero.


A Venezia, nella chiesa di San Trovaso, il coro di voci bianche del Conservatorio di Lugano e un ensemble con strumenti storici.


 Per la solennità dell’Immacolata Concezione, “Avvento in Musica 2019” ospiterà il coro di voci bianche “Clairière” del Conservatorio di Lugano e l’Ensemble “Concerto scirocco”.
Il concerto si terrà a Venezia, nella chiesa di San Trovaso, domenica 8 dicembre alle ore 16 con ingresso libero. Il coro di voci bianche “Clairière” si è esibito nel Duomo di Milano, nella Basilica di San Pietro a Roma, nella Basilica di San Francesco ad Assisi, a Betlemme nella Basilica della Natività durante la Messa di Natale, in Vaticano per Papa Giovanni Paolo II e in Eurovisione, il giorno di Natale.  Il suo repertorio spazia dal gregoriano alla      polifonia tardo-medievale fino ad abbracciare le istanze moderniste e i generi di contaminazione dei secoli XX e XXI. Il Coro Clairière, diretto da Brunella Clerici, collabora stabilmente con l’Ensemble Concerto Scirocco - ensemble su strumenti storici.
Avvento in Musica è promosso dall’Associazione Alessandro Marcello in collaborazione con la Fondazione Archivio Vittorio Cini e Asolo Musica. Tutti i concerti avranno inizio alle ore 16 con ingresso libero.