slider img
slider img
slider img

Festival Callido: a San Pantalon e a San Giorgio Maggiore i concerti conclusivi


La nona edizione del Festival Callido volge al termine con i due concerti programmati per venerdì 27 settembre alle ore 21 nella chiesa di San Pantalon e sabato 28 settembre alle ore 17 a San Giorgio Maggiore (Venezia). Entrambi gli appuntamenti vedranno protagonista la giovane organista Ilaria Centorrino, classe 1998, vincitrice del XIII premio delle Arti 2018 sezione organo e terza classificata al “IX Miami international organ competition”. In programma musiche di Storace, Zipoli, Sweelinck, P. Davide da Bergamo.
Il Festival Callido è promosso, ad ingresso libero, dall’Associazione Alessandro Marcello in collaborazione con la comunità monastica benedettina di San Giorgio Maggiore, la Fondazione Archivio Vittorio Cini e Asolo Musica.


L’organista slovacco Vladimir Kopec in concerto a San Polo e a San Giorgio Maggiore


La nona edizione del Festival Callido si avvia alla conclusione toccando le ultime tappe dell’itinerario musicale iniziato in luglio. Venerdì 20 settembre alle ore 21, nella chiesa veneziana di San Polo e sabato 21 settembre alle ore 17 a San Giorgio Maggiore l’organista Vladimir Kopec terrà due concerti ad ingresso libero. A San Polo è custodito un prezioso organo di Gaetano Callido, il primo strumento a due tastiere (op. 7 – 8) realizzato dal grande organaro veneto nel 1736 e restaurato nel 2012. A San Giorgio Maggiore l’imponente organo di Pietro Nacchini del 1758, organaro del quale ricordiamo quest’anno i 250 anni dalla morte. Vladimir Kopec ha studiato a Nitra (Slovacchia) e al Conservatorio Santa Cecilia di Roma, città nella quale ha prestato occasionalmente servizio come organista nella Basilica di San Pietro, soprattutto durante le udienze generali del Santo Padre Benedetto XVI. Attualmente è organista nella Cattedrale di San Emeramo a Nitra. In programma musiche di Buxtehude, Zipoli, Stanley, Bach e Morandi.
Il Festival Callido è promosso, ad ingresso libero, dall’Associazione Alessandro Marcello in collaborazione con la comunità monastica benedettina di San Giorgio Maggiore, la Fondazione Archivio Vittorio Cini e Asolo Musica.


L’organista della Cappella Sistina in concerto ai Frari e a San Giorgio Maggiore


L’organista Juan Paradell Solé, dalla Cappella Sistina alle basiliche veneziane per due concerti nell’ambito del Festival Callido: venerdì 13 settembre alle ore 21 ai Frari e sabato 14 settembre alle ore 17 a San Giorgio Maggiore. Juan Paradell Solé, spagnolo, suona regolarmente nelle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice nella Basilica Papale di San Pietro in Vaticano e nelle manifestazioni concertistiche della Cappella Musicale “Sistina”. Organista emerito della Basilica Papale di Santa Maria Maggiore in Roma è anche docente di Organo e Canto Gregoriano presso il Conservatorio di Musica “L.Refice” di Frosinone. Ai Frari il concerto sarà a due organi, con musiche di Bonelli, Bruna, Gabrieli, Blanco e vedrà la partecipazione di Nicolò Sari, direttore artistico del Festival Callido. A San Giorgio Maggiore, nell’ambito dei Concerti del Vespro, con musiche di Bonanni, Ferrini, Morandi.
Il Festival Callido è promosso, ad ingresso libero, dall’Associazione Alessandro Marcello in collaborazione con la comunità monastica benedettina di San Giorgio Maggiore, la Fondazione Archivio Vittorio Cini e Asolo Musica.


Il Festival Callido ai Carmini e a San Giorgio Maggiore


 Prosegue la programmazione del Festival Callido nelle chiese veneziane con un doppio appuntamento: venerdì 6 settembre alle ore 21, ai Carmini, l’organista belga Mithra Van Eenhooge proporrà musiche di Bach, Lemmens, Saint Saens. Sabato 7 settembre alle ore 17, nell’ambito dei Concerti del Vespro, l’Ensemble vocale “A Solis Ortu”, diretta da Giovanni Zanetti, proporrà il dramma sacro “Planctus Mariae”, risalente al XIV secolo e altri brani di autori dell’epoca rinascimentale, con interventi all’organo di Mithra Van Eenhooge.   Il Festival Callido è promosso, ad ingresso libero, dall’Associazione Alessandro Marcello in collaborazione con la comunità monastica benedettina di San Giorgio Maggiore, la Fondazione Archivio Vittorio Cini e Asolo Musica.


L’Ensemble Labirinto armonico a Venezia


Venerdì 30 agosto alle ore 21, nella chiesa dei Carmini a Venezia, l’Ensemble Labirinto armonico presenterà un interessante programma di musica barocca di autori italiani. L’ensemble, fondato dal violinista Pierluigi Mencattini, ha al suo attivo numerosi concerti e prime incisioni assolute e vanta collaborazioni con famosi solisti del panorama internazionale della musica antica.  Il Festival Callido è promosso, ad ingresso libero, dall’Associazione Alessandro Marcello in collaborazione con la Fondazione Archivio Vittorio Cini e Asolo Musica.


Il Festival Callido nella chiesa dei Carmini


Venerdì 23 agosto alle ore 21 il Festival Callido si sposta nella chiesa dei Carmini. L’organo Mascioni del 1946 ivi conservato è uno dei rari, nella città di Venezia, in cui sia possibile eseguire il repertorio organistico dal 1800 ai giorni nostri. Si tratta infatti di un organo a trasmissione elettrica, con due tastiere e pedaliera completa, che si caratterizza per la presenza di registri dal timbro romantico. L’organista ospite del 23 agosto è Michael Utz, figura di spicco nel panorama organistico europeo, molto attivo anche come direttore di coro. In programma musiche di Fletcher, Rheinberger, Schumann, Mendelssohn.  Il Festival Callido è promosso, ad ingresso libero, dall’Associazione Alessandro Marcello in collaborazione con la Fondazione Archivio Vittorio Cini e Asolo Musica.


Heinz -Peter e Barbara Kortmann in concerto per il Festival Callido


Venerdì 16 agosto alle ore 21 nella chiesa veneziana di San Trovaso, Heinz – Peter e Barbara Kortmann torneranno ad esibirsi alle tastiere dell’organo Callido. I due musicisti tedeschi, già ospiti del festival nel 2016, proporranno un programma di autori vari dell’epoca barocca tra cui Bach, Haendel, Telemann. Il Festival Callido è promosso, ad ingresso libero, dall’Associazione Alessandro Marcello in collaborazione con la Fondazione Archivio Vittorio Cini e Asolo Musica.