La nona edizione del Festival Callido si avvia alla conclusione toccando le ultime tappe dell’itinerario musicale iniziato in luglio. Ven...

L’organista slovacco Vladimir Kopec in concerto a San Polo e a San Giorgio Maggiore

/
0 Comments

La nona edizione del Festival Callido si avvia alla conclusione toccando le ultime tappe dell’itinerario musicale iniziato in luglio. Venerdì 20 settembre alle ore 21, nella chiesa veneziana di San Polo e sabato 21 settembre alle ore 17 a San Giorgio Maggiore l’organista Vladimir Kopec terrà due concerti ad ingresso libero. A San Polo è custodito un prezioso organo di Gaetano Callido, il primo strumento a due tastiere (op. 7 – 8) realizzato dal grande organaro veneto nel 1736 e restaurato nel 2012. A San Giorgio Maggiore l’imponente organo di Pietro Nacchini del 1758, organaro del quale ricordiamo quest’anno i 250 anni dalla morte. Vladimir Kopec ha studiato a Nitra (Slovacchia) e al Conservatorio Santa Cecilia di Roma, città nella quale ha prestato occasionalmente servizio come organista nella Basilica di San Pietro, soprattutto durante le udienze generali del Santo Padre Benedetto XVI. Attualmente è organista nella Cattedrale di San Emeramo a Nitra. In programma musiche di Buxtehude, Zipoli, Stanley, Bach e Morandi.
Il Festival Callido è promosso, ad ingresso libero, dall’Associazione Alessandro Marcello in collaborazione con la comunità monastica benedettina di San Giorgio Maggiore, la Fondazione Archivio Vittorio Cini e Asolo Musica.




You may also like

Nessun commento: